3 cose che devi fare per dimagrire quando non riesci nonostante una "dieta sana"
Oggi ti voglio di parlare di Diete Fallite
In particolare, il perché alcuni riescono a dimagrire con facilità e altri invece rimangono come sono nonostante una dieta sana e attività fisica giornaliera.
Per rispondere a questa domanda serve prima un po’ di chiarezza su alcuni punti comunemente importanti da specificare.
Che cosa vuoldire dieta sana per te?
Dieta sana ha molteplici significati, possiamo dire che per la maggiorparte la dieta sana è composta da pochi carboidrati, proteine e verdure giusto?
Mettiamoci dentro anche dello yogurt e frutta… Ho specificato bene?
Se la tua dieta sana è differente scrivimelo qui sotto così se sarà necessario approfondire realizzerò un nuovo video.
Sai è la generalità a creare incomprensioni e fallimenti nella maggiorparte dei casi… quindi scrivi qui sotto le tue difficoltà con la dieta così puoi ricevere l’aiuto che ti serve in un prossimo video o tramite una mia risposta.
Per essere certo di non perdere il mio prossimo video iscriviti subito al canale e attiva le notifiche, ogni settimana pubblico 3 video.
Il termine dieta sana non vuoldire dieta per dimagrire!
Per capire come dimagrire bisogna andare a guardare un bel libro di biochimica e vedere come si comportano i mitocondri nelle nostre cellule.
Ma prima devo spiegarti che cosa sono i mitocondri ….
I mitocondri sono degli organismi dentro le nostre cellule che producono energia e per farlo utilizzano il cibo che ingeriamo.
In maniera un po’ più tecnica i cibi vengono scomposti in (carboidrati, proteine e grassi) e in un ciclo chiamato ciclo di Krebs..
Non ti voglio adesso parlare delle 8 reazioni del ciclo di krebs ma ti voglio solo dire che in questa ciclo avviene la produzione di energia chimica che poi il nostro corpo utilizza.
Ti ho detto che al corpo servono i 3 macronutrienti principali quindi la prima regola per dimagrire è di seguire una dieta bilanciata e qui consiglio solo le diete supportate da studi scentifici come la dieta a zona per esempio.
Non voglio nominare la dieta mediterranea perché con questa dieta si rischia di introdurre troppi cereali raffinati piuttosto che integrali perché in italia la dieta mediterranea è conosciuta superficialmente.
Non è comunque il video in cui voglio parlare di dieta mediterranea ma se sei interessato all’argomento scrivimelo qui sotto…
Che cosa s’intende per bilanciamento ?
Per questa domanda ho creato un video corso gratuito a cui puoi accedere subito e trovi il link nella descrizione di questo video.
Il bilanciamento dei nutrienti è la prima regola da rispettare per stimolare meno l’insulina e rendere così la cellula (o meglio i mitocondri) più efficienti nel gestire il glucosio e l’utilizzo del grasso nei momenti in cui digiuni.
2 regola importante per dimagrire costantemente è avere un ritmo costante e qui per i principianti consiglio alternare momenti di assunzione di cibo con momenti digiuno.
Per esempio il digiuno intermittente 8/16 in cui per 8 ore mangi (ovviamente pasti bilanciati) e nelle 16 ore digiuni.
Il Senso del digiuno è ridurre lo stimolo insulinico solo nelle 8 ore per permettere un maggiore utilizzo del grasso a scopo energetico nel momento in cui digiuni.
Come mangiare nelle 8 ore?
Bella domanda e qui ti consiglio di andare subito sul sito nutrizionistafaidate.com e guardarti i 4 video gratuiti che ho creato per aiutarti.
Terzo consiglio per perdere grasso è : Attività fisica di tipo HIIT o 10000 passi al giorno in stile passeggiata.
Le attività troppo intense stimolano l’ormone cortisolo (ormone dello stress) che interferisce sulla sensibilità insulinica, l’assorbimento del glucosio e di conseguenza creano un fenomeno di resistenza insulinica in cui la cellula difficilmente utilizzerà il grasso. Neanche nel digiuno di 16 ore riuscirà a smaltire il grasso.
Se il tuo obiettivo è perdere il grasso, l’allenamento andrà in secondo piano e quindi ti basterà rispettare queste 3 consigli per perdere grasso.
Sapere porta ad agire con maggior consapevolezza quindi ti faccio i complimenti per essere rimasto con me fin qui e ci vediamo nel prossimo video!

Paura dei Carboidrati?

Guarda il video che metterà fine in soli 30 minuti a questa terribile paura che continua a creare fallimenti nelle diete.

Con questo video scoprirai: 
  • La Gluconeogenesi:  Come il corpo si prende i carboidrati dalle proteine aumentando il grasso.
  • Ciclo di Krebs e Mitocondri, il ciclo di sintesi dell'energia.
  • Come smettere di avere gli attacchi di fame e mangiare cazzate che ti fanno ingrassare.

Corso GRATUITO per smettere di commettere 3 grandi errori devastanti che t'impediscono di dimagrire e mettere massa muscolare. 

Le Diete Falliscono quando non sono supportate da basi scentifiche

L'organismo è capace di rimanere magro se tu comprendi le leggi fondamentali della biochimica

Lo Stress è responsabile della cattiva alimentazione

⚡️ Chi ti stressa, ti ingrassa. ⚡️
Sei D'accordo? Rispondimi con un commento

🆘 Il Cortisolo, l'ormone che si libera in seguito alle sollecitazioni, ci fa apparire gonfi, riduce il muscolo e aumenta il grasso.

💓 Prima di eliminare pasta e pane, elimina chi ti stressa o impara a dare importanza prima a te stesso!

I carboidrati Fanno Ingrassare?
Una volta Si diceva, Italiani: Pizza, spaghetti e mandolino.

L'italia d'altronde è il paese della dieta Mediterranea, difficile sedersi a tavola senza un buon primo. Fino a 20-30 anni fa questo stile alimentare molto difficilmente veniva messo in discussione, ma con la diffusione della dieta a zona le cose sono iniziate a cambiare: indice glicemico, sbalzi insulinici, hanno iniziato a far traballare qualche certezza. 

Ma alla fine i carboidrati fanno ingrassare? 
Vedremo che la risposta non è per nulla scontata.

Iniziamo con riflettere su dove teniamo la pasta: in freezer, in frigo o nella dispensa? Più un alimento è idratato, più gli scambi metabolici avvengono velocemente e più si degrada; l'insalata già lavata ha qualche giorno di vita al fresco; quanto dura invece una confezione di fusilli? 
Più un cibo è disidratato più è calorico, quando si dice che è il sugo a far ingrassare e non la pasta, è una mezza verità; prendi 100gr di Miele o di Marmellata e guarda quante calorie hanno in rapporto a 100gr di spaghetti. 

Valori Indicativi per 100gr di prodotto : 
Miele : 304 kcal
Marmellata : 278 kcal
Pasta di Semola : 371 kcal 
Riso : 358 kcal

Non farti fregare dal gusto dolce, questo è dato dal fruttosio non dalle calorie. E' vero che durante la cottura la pasta si reidrata ma rimane comunque un alimento molto calorico. Chi non si muove, chi non ha una buona massa magra, dovrà fare attenzione a non mangiare eccessivamente, oppure dovrà adottare altre strategie che vedremo in seguito.

E' ormai risaputo che per smorzare il carico glicemico dobbiamo aggiungere qualche grasso. Ecco, questo è uno degli errori che più spesso si compiono perchè questo principio funziona benissimo, come la dieta a zona, finchè i quantitativi di cibo sono bassi e con poche calorie

Quando nel flusso sanguigno troviamo alti livelli di zuccheri e grassi, l'acetilazione (l'accumulo di grasso) è assicurata. Se non vuoi fare disastri metabolici o mangi poco di tutto o continua a leggere.

Spesso si dimentica che non tutte le calorie vengono assorbite. 

Sovente un eccesso di carboidrati piùttosto che essere accumulato sotto forma di trigliceridi aumenta semplicemente la dispersione energetica in calore. 

Sono stati fatti diversi esperimenti a riguardo prendendo in considerazione i seguenti parametri: 
Quando vengono sintetizzati Lipidi a partire dai carboidrati (lipogenesi) il quoziente respiratorio (QR) è maggiore di 1 (rapporto tra il CO2 prodotto e O2 consumato) in quanto nella conversione di una mole di piruvato (prodotta dalla glicolisi) in una mole di Acetil-CoA (unita di base della sintesi lipidica) avviene una decarbossilazione con produzione di una mole di CO2.

In pasti iperglucidici (fino a 600gr ) si registrano QR compresi tra 0,8 e 1, segno che il corpo umano smaltisce l'eccesso di carboidrati aumentando il dispendio energetico piuttosto che convertirli in lipidi.  

Da qui il detto "è il sugo che fa ingrassare non la pasta" è in buona parte vero. 

Se usi condimenti grassi con medio-alti quantitativi di pasta, difficilmente il tuo girovita ne gioverà. Nell'alimentazione si sente tutto ed il contrario di tutto. Con una stessa stretegia nutrizionale due persone rispondono in maniera diametralmente opposto. 

Qui di seguito ti elenco alcuni elementi da prendere in considerazione se vogliamo mangiare pane e pasta senza ingrassare.

- Gli esami Ematici 
- Quali sono i tuoi valori?
Se hai già nel sangue zuccheri e grassi elevati, i tuoi margini di manovra sono limitati.
La migliore strategia per iniziare è passare da 3 macropasti a 6 minipasti, oppure adottare regimi diametralmente opposti come il digiuno intermittente.
La strategia è quella di mantenere la glicemia stabile il più possibile, portando nel tempo i tessuti periferici a migliorare la captazione del glucosio.

Per conoscere la strategia per regolarizzare la glicemia e migliorare la captazione del glucosio ---> Entra in Nutrizionista Di Te Stesso

Più Muscoli Hai più gestisci meglio i carboidrati

Più massa magra hai e più si crea un antagonismo tra muscolo e grasso per chi deve captare gli zuccheri.
Una Buona massa magra ti darà un buon margine di tolleranza ai glucidi, al contrario se sei completamente sedentario difficilmente avrai sufficiente tessuto muscolare affamato di glucosio. 

Tuttavia ci sono molte persone che nonostante la massa muscolare ingrassa facilmente...Guarda i 4 video gratuiti che ti mostrano i 3 errori più diffusi che impediscono di dimagrire e come eliminarli 

Respiri Bene o Ti viene subito il Fiatone?

Se dopo 3 piani di scale hai il fiatone, questo è buon indicatore che la tua produzione energetica derivante dall'ossigeno non è ottimale. 
Il fiatone deriva da uno scarso condizionamento cardiovascolare e quindi da un inefficiente trasporto dell'ossigeno alla periferia, non tanto dal metabolismo intracellulare dell'ossigeno).
I sedentari in sovrappeso rimangono dipendenti anche a riposo dai glucidi e sopportano male l'introduzione di alti quantitativi di zuccheri.

L'attività fisica ed il glicogeno.

Più ti muovi e più sarai magro. Il segreto è consumare glicogeno se ami mangiare i carboidrati oppure devi cominciare a creare una stretegia fatta di mini pasti bilanciati tenendo conto di alcune caratteristiche chimiche dei cibi. 
Per fare questo ho preparato un video corso capace di farti diventare nutrizionista di te stesso. 

La fonte da cui attingere i carboidrati è molto importante. Legumi, tuberi, frutti amidacei, possono essere ottimi alimenti, ricchi di sostanze nutritive che possono apportare zuccheri senza rischiare di esagerare. Tuttavia è molto importante trovare il quantitativo glucidico ottimale ma anche da quale fonte introdurlo.

FB Comments Will Be Here (placeholder)

Paura dei Carboidrati?

Guarda il video che metterà fine in soli 30 minuti a questa terribile paura che continua a creare fallimenti nelle diete.

Con questo video scoprirai: 
  • La Gluconeogenesi:  Come il corpo si prende i carboidrati dalle proteine aumentando il grasso.
  • Ciclo di Krebs e Mitocondri, il ciclo di sintesi dell'energia.
  • Come smettere di avere gli attacchi di fame e mangiare cazzate che ti fanno ingrassare.

Video Corso per toglierti ogni paura di mangiare

Con queste 25 ore di video che lavorano per te riuscirai a: 
 
Dimagrire, 
Avere il fisico che desideri, Controllare le tue emozioni, Dormire bene, 
Togliere l'ansia e gli attacchi di panico, 
Più concentrazione, 
Più Vitalità
Più Motivazione
Più Energia

Le Diete Falliscono quando non sono supportate da basi scentifiche

L'organismo è capace di rimanere magro se tu comprendi le leggi fondamentali della biochimica

È inutile che vai a cercare rimedi miracolosi dell’ultimo minuto. Fisiologicamente non possiamo perdere grasso troppo velocemente, possiamo perdere peso, disidratandoci, consumando glicogeno e muscoli, ma il dimagrimento (la perdita di grasso) ha dei suoi tempi organici.

Quando mangiamo pochi carboidrati perdiamo in una settimana anche 2-4kg. Ecco ci stiamo “liberando” dell’acqua intracellulare ed interstiziale. Possiamo perdere anche muscolo e questo lo misuriamo quando calano le circonferenze degli avambracci e dei polpacci, un forte catabolismo muscolare può far perdere 400-800g di proteine in pochi giorni (un disastro).

3 aspetti psicologici che influiscono negativamente sul tuo corpo
Postato il 12/06/2020
SEI GRASSO? SEI SINCERO CON TE STESSO?

Ognuno di noi vive in una realtà propria, è difficile trovare chi, in sovrappeso, dichiari di mangiare male. La maggior parte delle persone è convinta di mangiare poco e bene. Questo aspetto psicologico della nostra mente, per cui non siamo mai in torto, non ci fa accorgere che fuori dai pasti spilucchiamo, che gli strappi alla regola sono molto più frequenti di quello che ricordiamo e che in mezzo ai cibi salutari finisce sempre qualche schifezza.

E' molto difficile avere la percezione reale di quello che si mangia.

Molte persone che stanno seguendo i consigli di questo video corso dicono che NON è più dieta mangiando così e stanno dimagrendo mangiando di più!

Entra ---> http://www.nutrizionistafaidate.com/


SEI GRASSO? QUANTO TI SENTI GRATIFICATO?

Il cibo è una fonte di gratificazione importante nella nostra società.

Ti senti soddisfatto del lavoro che fai, del percorso di studi che hai fatto e del tuo coniuge?

Siamo perennemente insoddisfatti: vorremmo avere più tempo per noi stessi, essere meno stressati, ricevere meno no, essere più liberi; il cibo sopperisce a tutto questo. Ci gratifica e per questo è tanto difficile rinunciarci.

Se la dietà è vissuta come un'ulteriore privazione, per quanto tempo può essere protratta?

Diete drastiche per pochi giorni alternate da fasi di mantenimento intaccano anche la massa muscolare ma in alcuni casi aiutano a bloccare situazioni di stallo.

Alcuni autori consigliano un approccio 80-20. Cioè assumere 80% alimenti salutari e un 20% cibi liberi. In questo modo possiamo continuare a sentirci appagati anche stando a dieta.

Oppure Iniziare a mangiare in chiave biochimica e ti spiego quali sono i 3 errori che commetti durante una dieta che ti portano a fallire con la tua dieta.

Entra ---> http://www.nutrizionistafaidate.com/

SEI GRASSO? QUANTO SEI STRESSATO?

Dal punto di vista fisiologico questo argomento è quello più rilevante che collega la psicologia con la composizione corporea. Per centinaia di migliaia di anni abbiamo vissuto in mezzo alla savana, caccia e riposo, lotta e fuga. Il nostro apparato ormonale si è sviluppato per farci sopravvivere nella natura. Cascate umorali in risposta allo stress ci hanno permesso di rimanere vigili e scattanti nel momento del bisogno. Oggi lo stress non è più rappresentato dal leone ma da tutto quello che sta attorno a noi: Il traffico, il datore di lavoro, gli esami all'università, ecc... Molti passano buona parte della giornata sotto tensione e per questo il corpo continua a secernere gli ormoni dell'attacco di fuga.

Ciò causa una costante immissione di zuccheri (gluconeogenesi) impedendo così il dimagrimento anche con regimi ipocalorici (i livelli basici d'insulina rimangono elevati smorzando la lipolisi) ed erodendo la massa magra (data dal catabolismo degli aminoacidi glucogenetici). Lo stress gioca veramente un brutto scherzo, qualcuno diventa magrissimo, altri, al contrario smettono di perdere peso e ingrassano.

Vuoi diventare Magro e Muscoloso? Prendi consapevolezza con i 3 errori che commetti in condizioni di stress e come invertire il processo ritornando a perdere peso e dimagrire grazie alle 3 soluzioni immediate che ho preparato per te!

Entra ---> http://www.nutrizionistafaidate.com/
FB Comments Will Be Here (placeholder)

Che Cos'è La Nutrizione Olistica?

La nutrizione olistica è una disciplina complementare alla classica nutrizione clinica. Si basa su un approccio integrale e completo verso l’individuo come un “tutto” e si fonda sulle più attualizzate ricerche nel campo della nutrizione.

I pilastri della nutrizione olistica sono:
  • La bioindividualità di ciascuno di noi: siamo tutti unici e con specifiche necessità, per questo quello che funziona per molti potrebbe non funzionare per tutti.
  • L’approccio olistico alla salute integrale, ovvero la connessione tra benessere fisico e mentale, corpo e mente, cervello e intestino, come elementi strettamente interconnessi.
  • ​Il mantenimento di un’alimentazione naturale e preventiva per la vita, che sia semplice, gestibile e che non si limiti a una dieta estemporanea.


Dieta Chetogenica opinioni
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa Privacy Policy
Acconsento a ricevere materiale pubblicitario inerente le attività, i servizi e prodotti di Davide Didonato Termini & condizioni
Your Privacy is Protected
hiit workout
Termini e Condizioni d'Uso - Disclaimer - Earnings disclaimer- Privacy Policy - Cookie Policy - Blog - Contatti

© 2020 Davide Didonato™ è un Marchio Gestito da 
AR.COM di Davide Didonato - Via cattaneo, 8 - 20900 - Monza - P.IVA 08697370966
Tutti i Diritti sono riservati. E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale